#INCIBOVERITAS

8 articoli

Se pensate che il cibo sia solo una questione di pancia, questa sezione di Visitpiacentino non fa per voi. Eh sì, qui affrontiamo il tema del cibo come sinonimo di verità, la cui ricerca ha sempre distinto il genere umano. Forse non è un caso cha sia proprio una mela simbolo del desiderio di conoscere. Dunque di assumersi la responsabilità della riflessione, del cercare di distinguere il bene dal male con l’esercizio della ragione.
Inciboveritas!
E per cercare la verità, non puoi chiuderti in una torre d’avorio. E il cibo diventa allora sinonimo di…? Certo di convivialità, quella situazione che spinge al dialogo, quindi di socialità e di benessere. Offrire un pranzo significa donare, accettare, condividere, è il riconoscimento dell’esistenza di legami, è momento identitario, E’ uno scambio culturale, che consente di conoscere ed apprezzare l’altro.

– Inciboveritas per non sentirci privi di identità culturale –

Perché il cibo conservi il suo valore culturale deve rispondere ad una conditio sine qua non: rispettare l’autenticità per non tradire la sua valenza che è necessità, piacere, socialità, consumo critico, sicurezza/insicurezza rispetto alla qualità, responsabilità sociale, rispetto dell’ambiente. Ecco perché diventa importante il rapporto tra cibo e territorio contro un’eccessiva industrializzazione del settore agroalimentare, che si traduce in omologazione del gusto. É la riscoperta e la difesa del Made in Italy attraverso il desiderio di affermare i sapori locali, regionali come garanzia di autenticità e di qualità. 
E’ vero: siamo un po’ sperduti per l’eccessiva enfasi data alla globalizzazione, rinasce  l’esigenza di allacciare legami di prossimità, di rifondare la propria identità anche grazie a luoghi e persone a noi vicini. Connettersi con il proprio territorio – quando questo territorio è ricco di arte, tradizioni e cultura – non può che portare che a conseguenze  positive.