Pecorara nella bufera della Resistenza

raccontata dal parroco dell’epoca

La presente opera è la relazione – testimonianza di don Filippo Arcelloni, parroco di Pecorara fra il 1937 e il 1949. Ripercorre l’insieme delle vicende che, fra gli ultimi mesi del 1943 e il 25 aprile del 1945, hanno riguardato il territorio del Comune di Pecorara, dalla nascita delle prime bande partigiane e del loro difficile rapporto iniziale con la popolazione residente, al consolidamento in Val Tidone e Val Trebbia, sotto il comando di Fausto Cossu, del movimento dei “ribelli”, alla Repubblica mussoliniana di Salò, al drammatico rastrellamento tedesco dell’inverno 1944-’45, alla ripresa partigiana della primavera del ’45.

Lascia un commento